Campioni, gatti e distrazioni

mercoledì 21 maggio 2014

In questi giorni sto facendo molti campioni. Ho acquistato un po' di filati (tanto per cambiare) che desideravo provare subito e ho iniziato a lavorare al modello per settembre (con quella meravigliosa alpaca del post precedente), anche perché i gatti mi hanno fatto sparire il campione che avevo già fatto giorni fa (i sospetti sono tutti sul nuovo arrivato).

Watson finge di dormire per depistare le indagini.


A me piace fare campioni, vedere come si comporta il filato con aghi di misure e materiali diversi, provare fino a trovare il punto più adatto, sperimentare. Poi li lavo, li metto in forma con gli spilli, con la cucitrice gli attacco un bigliettino su cui scrivo tensione (in maglie e ferri per 10cm) e ferri usati e li conservo anche dopo aver portato a termine il progetto, a meno che non finisca il filato e non abbia bisogno di disfarli. Un giorno forse li cucirò tutti insieme per vedere in un unico lavoro tutti i filati che ho usato in questi anni.

Tra pochi giorni uscirà il mio nuovo pattern per Crowdknitting, ma nel frattempo vi consiglio, se ancora non lo avete fatto, di scaricarvi gratuitamente quelli di Paola Paro e Valentina Cosciani, che sono a disposizione solo fino a fine mese!

La borsa summer Stripes di Paola Paro (Ekeloa)
La stola Rododendro ferrugineo di Valentina Cosciani (Tibisay)
In tutto questo mi sta venendo una voglia irrefrenabile di lavorare all'uncinetto. NOn è il momento, devo resistere!

17 commenti:

  1. Io ho scaricato i pattern, ma dovrei vivere mille anni per fare tutto quello che vedo e mi piace. Anche io sospetto fortemente di Watson riguardo la sparizione del campione. E' una bellissima idea quella di assemblare i campioni fatti in questi anni, credo che ne verrebbe fuori una bellissima coperta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici? Io scarico, ma il tempo è quello che è. Il reo ora dorme in braccio e fa fusa rumorosissime!

      Elimina
  2. L'Uncino sta cercando di sedurci come una Sirena, ma noi resisteremo al suo richiamo, imperterrite, fino alla consegna di tutti i modelli previsti. Poi.... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sperando poi di dover resistere ancora ;-)

      Elimina
  3. Annalisa, tra i modelli...ci sono anche i miei???????????? ;)...tweet..urge!!! A soon...anzi prima! Grazie. Ciao. NI

    RispondiElimina
  4. Che carino il bell'addormentato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bel delinquente, te lo assicuro! Ciao :-)

      Elimina
  5. Sai qual è il problema? Che ai gatti neri si perdona tutto: la mia piccola cinghialotta aveva "obliterato" tutte le porte della casa nuova di zecca, mangia ogni cordino penda da una maglia, pantalone o costume, fa sparire i calzini del marito come fossero pepite d'oro... e nonostante questo (e molto altro) è la più viziata di casa!
    Devi insegnarmi la costanza nel fare i campioni, io non ne faccio quasi mai, in cambio io ti passo qualche bel modello all'uncinetto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora il mio cocco è Grizzly, troppo adorabile, è la mia anima gemella felina, e poi io sono una sorella maggiore e solidarizzo con lui! Watson invece è il gatto per Ale, gli va in braccio e lo riempie di fusa, insomma, è adorabile!

      Parlando sul serio, i campioni sono fondamentali, farli rende i nostri lavori più seri e affidabili (so che per una donna precisa e scientifica come te, questa è una motivazione molto convincente ;-).

      Elimina
  6. Che altro aggiungere? I mici sono curiosi e dispettosi, ricordo ancora la mia quando faceva misteriosamente scomparire quintali di calzini dal nostro divano :)
    E la cosa assurda sarà ritrovare i tuoi campioni nei posti più impensabili :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, addio ordine e progresso! ;-)

      Elimina
  7. I campioni: odiati eppure indispensabili! Quando voglio iniziare un nuovo lavoro mi sembra di perdere tempo a fare il campione. Però, dopo aver disfatto un tot di volte ho capito che non è tempo perso. Ora li realizzo sempre, possibilmente con ferri diversi, li lavo e li blocco. Pensa che brava che sono diventata ! :-)

    Un consiglio felino: tra una decina di giorni arriverà la seconda gatta quando la prima ancora vive rintanata sotto i mobili (è con noi da poco più di un mese), che accorgimenti hai preso per far fare loro conoscenza? E' stato difficile far accettare Watson da Grizzly? sono un po' preoccupata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Elena, fare i campioni è un must, vedo che sei d'accordo!
      Noi non abbiamo avuto problemi con l'inserimento di Watson. Grizzly è un santo, per iun paio di giorni lo ha ignorato, il gattino cercava di giocare e Grizzly scappava via. Poi ha iniziato a leccarlo e a giocare con lui e ora fanno la lotta e si inseguono nel corridoio che è un piacere, a volte mangiano nella stessa ciotola.

      Il mio consiglio è di non forzare l'incontro, lasciate che si avvicinino di loro spontanea volontà e magari date loro un piccolo premio (tipo un po' di crocchette) quando sono vicine, così collegheranno la reciproca compagnia a qualcos'altro di pacevole.
      Più che altro io cercherei di far uscire la prima gatta dall'isolamento, se continua così per troppo tempo può essere pregiudizievole per la vostra relazione. Il veterinario cosa dice? Fammi sapere come va!

      Elimina
    2. La
      veterinaria dice che bisogna aver pazienza. La sua sorellina, adottata
      da una volontaria, ci ha messo due mesi a farsi toccare. Si vede che è
      un vizio di famiglia! Speriamo che nel frattempo non si ammali perché
      non saprei come fare a curarla!

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina