giovedì 28 marzo 2013

E siccome il freddo insiste

... mi sembra giusto fare un po' di calzini molto caldi. Sapete com'è, noi orsi siamo dotati di un grande spirito di adattamento. Se poi aggiungiamo una discreta scorta di gomitoli di Pura Lana Ecologica Sesia avanzati dai tanti maglioni che ho fatto con questo filato per me ottimo, la ricetta è pronta, calzini invernali, belli spessi (il filato è un aran 10 ply), caldissimi e con un piccolo motivo decorativo, semplice, ma d'effetto e, soprattutto, utilissimo per rendere interessante la necessità di utilizzare più colori, in caso di smaltimento avanzi!

Questo è il risultato

calzini stracciatella ©annalisa dione per CM198 2013
Il pattern, toe up, è stato creato per il mio primo mini workshop sul tema dei calzini e sarà disponibile dopo le vacanze di Pasqua.

17 commenti:

  1. danno proprio la sensazione di caldo che, in questa strana primavera, proprio ci vuole...mai provato a fare calzini....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è semplicissimo, ma basta avere fiducia nel pattern e in noi stessi e tutto i può fare. Senza contare che farli dà una soddisfazione enorme!
      Ciao : )

      Elimina
  2. Molto belli, anche il nome è carino, complimenti ^.^
    una carezza a Grizzly :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grizzly ringrazia (con fusa) e anch'io (ma senza fusa, che non è da orsi!).
      A presto : )

      Elimina
  3. Non vedo l'ora! Più calzini per tutti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yeeeee! Grazia di tutto, soprattutto per l'organizzazione, l'aiuto e la pazienza, a te e a tutte le allieve : )

      Elimina
  4. molto belli, e mi piacerebbe proprio imparare a lavorare due colori in questo modo. dove lo fai il workshop?
    susi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il workshop è stato a Valdengo, in provincia di Biella, ma, con un po' di fortuna, spero di di ripeterlo anche a Genova! Ciao Susi!

      Elimina
    2. Grazie, Biella effetivamente era lontanuccia per me ;-)

      Elimina
  5. uhm...anch'io ho avuto modo di lavorare una lana biologica misto alpaca della sesia, ma non credo sia la stessa, é un pò troppo grossa per i calzini :) per quest'anno passo, ma ora che ho scoperto l'esistenza dei ferri circolari "dei puffi" credo mi getterò anch'io nel vortice...per altro non ho mai provato un toe up :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che è la stessa lana, non adatta a calzini normali, ma perfetta pr calzettoni da montagna o slippers da casa... magari non in Puglia o a Genova, me ne rendo conto, ma in Piemonte p su di lì vengono bene!
      L'esigenza di usare un filato grosso era soprattutto pratica: occorreva che il lavoro filasse un po' spedito, perché il workhop era breve.
      Ciao!

      Elimina
  6. Sono davvero belli, e aspetto il pattern. Ma sai qual'è il mio problema? Soffro della sindrome da secondo calzino, o secondo guanto... cioè il primo lo faccio con entusiasmo, il secondo un po' meno... e infatti non mi vengono mai uguali :-(
    Dovrò imparare a lavorarli insieme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, il pattern è online su ravelry. Conosco la sindrome del secondo calzino, ma con questi è più facile, perché si lavorano in fretta, se poi ti fai la versione slippers alla caviglia, è un attimo!

      Elimina
  7. Ehm ehm... ebbene... NO. I calzini ancora non mi avranno! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tibisay, con i tuoi tacchi non ce li vedo proprio ;-P
      Ma quando il freddo morde davvero... mai dire mai!

      Elimina
  8. E' sempre bello passare da te, vedo sempre cose nuove! :)
    E' uno dei motivi per cui ti ho premiata, se vuoi passa da me a "ritirare" il tuo premio virtuale! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paoletta, grazie del pensiero :-)

      Elimina