L'orso e il rosa

martedì 12 luglio 2016

Il rosa non è un colore da orsi, è logico. A noi plantigradi piacciono colori più sobri: i blu del cielo e dell'acqua, i sabbia, i beige, al limite il verde delle foreste, il viola dei frutti di bosco. Con il rosa abbiamo un rapporto conflittuale, anche e soprattutto per quella mania di appiccicarlo alle femmine, per relegarle nel loro ruolo stereotipato, ma devo ammettere che è un colore che, di tanto in tanto, fa la sua comparsa nel mio guardaroba e perfino sui miei ferri.

A inizio anno scoprii con disappunto che il pantone del 2016 sarebbe stato poi un rosa chiaro, il rose quartz 13-1520.



Abbinato, perché non c'è limite al peggio, ad un azzurrino pigiamoso, l'azzurro serenity. Ma agli orsi piacciono le sfide e decisi che mi sarei imposta di realizzare un modello ispirato a questa scelta. Confesso che, al momento di scegliere il filato stavo troppo per indirizzarmi sul grigio, ma ho resistito alla tentazione.


Il modello sarà un cardigan per la mezza stagione e per le serate estive, avrà un titolo musicale, come al solito (o quasi) e sarà realizzato con un filato che sto provando a utilizare per la prima volta e con grande soddisfazione: COTTON CASHMERE di Katia. La cartella colori è incentrata sui naturali e sui pastelli (se desiderate pantonizzarvi anche voi, avrete la scelta fra le due tonalità, perché c'è anche un azzurro simil serenity) e la composizione è molto interessante, con un 90% di cotone (molto morbido e non lucido, come piace a me) e un 10% di cashmere. Sono molto curiosa di indossarlo per apprezzarne le caratteristiche. Per ora posso dirvi solo che è molto piacevo le da lavorare, anche se non è molto ritorto non tende a dividersi e dà una buona definizione sia col lace che con gli intrecci.



La maglia sul mare

lunedì 27 giugno 2016

Venerdì 24 giugno sono stata ospite di una manifestazione molto interessante. Il festival e del filato di Santo Stefano Al Mare ideato da Emilia di Blasio e organizzato in collaborazione con Woodoostar e con lo sponsor Filati Katia, era alla sua prima edizione. Sono stata molto felice di partecipare, grazie soprattutto alla splendida accoglienza di Emilia, che ha un bellissimo negozio - Le Magie di My Emy -  nel centro del borgo marinaro, uno spazio grande, con caratteristici soffitti a volta e tanti, tantissimi gomitoli e accessori (se siete in zona ponente ligure o vi trovate a passarci, fateci un salto, ne vale la pena!).

La giornata è stata piacevole, il clima clemente e il paese, addobbato con tante installazioni di yarn bombing, grazie allo sponsor e al lavoro delle signore della pro-loco (e di Emilia), ci ha accolte con curiosità e simpatia. Molte persone sono venute a osservarci e a fare due chiacchiere mentre sferruzzavamo sotto i gelsi in piazza durante il primo laboratorio.

Dopo una breve pausa pranzo, a base di focacce e frittelle (rigrazie Emilia!), ci siamo trasferite in negozio per il secondo workshop, non senza salutare Valentina Cosciani, più glamour che mai, diretta in gita a Mentone, dopo il suo corso del mattino.

Da My Emy ci aspettavano il ventilatore (necessario, viste le temperature) e una montagna di scatoloni con i nuovi arrivi di filati Katia, inutile dire che qualcuno ha approfittato per fare shopping e io stessa ho già adocchiato un paio di filati che non conoscevo e che devo assolutamente provare quanto prima!



Le foto sono poco affascinanti, me ne rendo conto, non ho avuto il tempo di ritrarre le spiagge, gli scorci suggestivi che il borgo offre, le bancarelle, o di farmi fare una foto con Emilia o con le partecipanti ai corsi, ma la tabella di marcia era impegnativa, ho documentato ciò che potevo e ve ne propongo una selezione.

Vorrei ringraziare Alberto Bana e Filati Katia per l'opportunità, Emilia per l'organizzazione e l'accoglienza, Raffaella di Woodoostar e, soprattutto, le allieve che hanno partecipato con entusiasmo ai miei due corsi, chi da Genova, chi da San Remo e dalla privincia di Imperia, chi da Torino o da Carrù. Grazie mille a tutte, è stato un grande piacere.

Sono arrivati!

giovedì 9 giugno 2016

Se leggete questo blog o mi avete fra i contatti di facebook, è probabile che abbiate già conosciuto quei due maleducati dei miei marziani. In questi giorni si aggirano per l'Italia per intervenire alle presentazioni del romanzo di Alessandro Vietti, al seguito del Real Mars Tour 2016 e li potete trovare anche su maglia-uncinetto.it



Sabato 28  maggio erano a Milano, un po' confusi, a dire il vero, ma pieni di entusiasmo (!?!), come sempre e sabato 11 alle 17.00 saranno a Torino, per la presentazione del romanzo al Mu.fant (via Reiss Romoli 49 bis - 10151). Se li volete incontrare, o se volete prendere un caffè con me, fatemi un fischio!

Adesso è giunto il momento, per voi fan dei marziani, di realizzarne uno o due, tutti per voi. Nelle prossime ore uscirà l'attesissimo pattern dei Real Martians, con una sorpresa: invierò una copia omaggio del modello a chi si farà una foto con una copia di Real Mars in formato cartaceo  e la posterà su facebook taggandomi (Annalisa Dione, altrimenti non la vedo).

Come potete immaginare, non si tratta tanto di un'abile strategia di marketing per convincervi ad acquistare il libro, quanto di un modo per ringraziare chi lo abbia già fatto o desideri farlo e, al tempo stesso, di far conoscere il romanzo e Zona 42 (una casa editrice molto giovane, ma con un progetto molto ambizioso) a un pubblico più vasto possibile. Del libro non posso parlarvi, io l'ho letto 5 o 6 volte, nelle varie stesure, se fosse stato brutto non so se ce l'avrei fatta, ma sono di parte. Se volete saperne di più, qui trovate il link alla  pagina facebook del libro, con recensioni, estratto e tutte le informazioni utili. Per acquistare il libro, potete andare in una delle librerie indicate sul sito di Zona 42, oppure su Amazon. 

Se proprio non ne volete sapere del libro, trovate il pattern anche su Ravelry
 E voi, avete già deciso da che parte stare? Marziano Verde o Marziano Rosso?

Attenzione, questo blog non risponde di eventuali comportamenti maleducati dei marziani, sferruzzateli a vostro rischio!