Non sono tornata in letargo

martedì 10 aprile 2012

Anche se le temperature me ne farebbero venire voglia, non sono tornata in letargo. Ho solo poco tempo e poca concentrazione per trovare cose da scrivere, ma sto sferruzzando un sacco di nuovi progetti, che spero di potervi proporre a breve (uno a brevissimo).
Nel frattempo, però, voglio fare coming out: dopo più di 20 anni di lavoro a maglia (non conto gli anni dell'infanzia e della prima adolescenza, quando ci provavo, ma senza troppa convinzione) ho imparato il kitchener stitch e volevo condividere questa gioia con voi. Per la prima volta ho eseguito una cucitura con questo metodo, dal'inizio alla fine, senza guardare le istruzioni a ogni punto.

Seguono rugli di giubilo ursino.

l'immagine viene da qui: http://tlc.howstuffworks.com/home/knitting-instructions12.htm



E voi che raporto avete con questa tecnica?

20 commenti:

  1. Non ho nessun rapporto con la tecnica di cui parli. Non so nemmeno di cosa stai parlando. Ma i rugli di giubilo ursino, quelli li ho sentiti fin quassù e mi sono piaciuti un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro marziano, prima o poi ti devo insegnare. Con tutte quelle braccia potresti fare un sacco di cose in contemporanea...
      Ciao e grazie della visita!

      Elimina
  2. A dire il vero preferisco non cucire su punti "liberi", per così dire. Ho il terrore che mi sfuggano e che si formi un buco.
    Personalmente, se proprio devo cucire, uso il vecchio e caro punto maglia (http://www.deabyday.tv/bellezza-e-stile/video/785/Impara-a-lavorare-a-maglia--unire--le-parti.html), tecnica per me ormai consolidata...
    Se devo unire le spalle di un capo, invece, adotto la tecnica "tree needles bind off" (http://www.youtube.com/watch?v=ZpGz8Q-LAKs)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, anch'io preferisco non farlo, ma a volte non si può evitare, o comunque è la soluzione migliore (per esempio nelle punte di alcuni tipi di calze). Comunque ne limito l'utilizzo al massimo ; )
      W il punto maglia, la chiusura con tre ferri e le cuciture a punto indietro!

      Elimina
    2. ma non è punto maglia??? per me è sempre stato punto maglia quello della tua figura O_o
      ho imparato a farla più di 20anni fa , ma con le maglie non libere ( su ferri o su filo di scarto) la uso spesso per chiudere il tubolare

      Elimina
    3. Ciao Filly! Anche questa cucitura si fa partendo da maglie che si lasciano sui ferri (in effetti l'immagine non lo illustra, ho scelto male!). Per me, però la chiusura a punto maglia è un'altra cosa, quella che in inglese chiamano sewn cast off (illustrata da Yards of yarn in questo video: http://www.yardsofyarn.it/2010/04/chiusura-punto-maglia/), non tanto una cucitura, ma un modo per chiudere le maglie alla fine del lavoro. Di solito, quando voglio cucire i capi, soprattutto le spalle, uso intrecciare tutte le maglie e poi cucirle a punto maglia, cosa che mi riesce molto più facile e che mi dà un risultato molto più resistente. Un'altra cosa che io ho sempre chiamato cucire a punto maglia sono le cuciture verticali eseguite replicando tra un margine e l'altro dei punti a maglia rasata, sempre con l'ago.
      Purtroppo per me stabilire la corrispondenza tra le definizioni delle tecniche in italiano e in inglese è un'operazione un po' complicata. In ogni caso con questo post volevo solo dire che finalmente sono riuscita a fare sta roba che, nonostante io abbia una certa esperienza, mi veniva molto difficile! : )

      Elimina
  3. Un rapporto di amore - odio... nel senso che, quando mi decido a farla, mi ci trovo bene e viene anche bene... ma devo guardare le istruzioni almeno per i primi punti (si, coming - out anche per me). Così cerco di non farla per non dovermi alzare dalla poltrona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando riesce è proprio utile, mi consola sapere ch non è otica solo per me : )
      Ciao!

      Elimina
  4. a me le istruzioni non bastano, mi serve un video e comunque riesco a non capire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre più consolanti le vostre risposte ; )

      Elimina
  5. Ahhh, càpita proprio a fagiolo: ho usato questa tecnica per unire due parti con i punti lasciati in sospeso!!!! che incubo! il filato sottile peloso e messo doppio mi ha fatto impazzire e confesso non mi è riuscito perfettamente sigh! Perchè non ho guardato le istruzioni prima!!! sono la solita testona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Col filato sottile e soprattutto peloso è da spararsi! Ciao : )

      Elimina
  6. Lavoro poco, pochissimo, a maglia ma quasi sempre mi ritrovo a usare questa tecnica... sarà semplicemente per complicarmi la vita! L'inizio è sempre un macello poi eseguo la cucitura sudando freddo e sperando di non fare guai (non sempre ci riesco senza imprecare).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me capita di rado, però di solito devo leggere le istruzioni tutto il tempo questa volta sono riusita a memorizzarle. Grazie della visita!

      Elimina
  7. Io questa ormai la eseguo senza problemi...quello che ancora non mi entra i testa è la chiusura delle maglie ad ago!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'ultima per me è più che altrofantascienza, non mi capita mai di usarla... prima o poi, forse : )

      Elimina
  8. Ahem, io proprio non la conosco e non ho mai provato... Ma ora sono proprio curiosa, proverò e ti penserò
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere come ti troverai allora! Ciao

      Elimina
  9. eh, con 'sto tempo la tentazione del letargo ci sarebbe pure... un grande abbraccio, amica mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Zio, a chi lo dici! Ronffff... Baci!

      Elimina