Conto alla rovescia (ai fornelli)

domenica 6 dicembre 2015

I sablè sono i nostri biscotti preferiti, non li faccio troppo spesso perché noi orsi dobbiamo badare alla linea ecc... (si vabbe'), ma quando si avvicina l'inverno, la sera dopo cena, un caffè con un paio di questi ti rimette al mondo. Per le feste nella tana dell'orso non possono mancare, anche solo per il profumo che spirigionano in cottura, che aumenta esponenzialmente l'atmosfera natalizia, e oggi vorrei condividere con voi la nostra ricetta. Non so da dove provenga, me la diede un'amica di Roma (grazie Gaia!), tanti anni fa, durante una vacanza in Puglia, proveniva al suo quaderno magico delle ricette, è stata trascritta a mano sul mio, con l'inchiostro rosso (avevo solo quella penna a disposizione) e, secondo me, è perfetta. Eccola:



Sablè bicolori:

Ingredienti: 375 gr di farina 00
70 grammi di fecola o Maizena
125 gr di zucchero a velo
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina (potendo, la sostituisco con i semi di una bacca di vaniglia, ma la ricetta originale dice così...)
250 gr di burro a temperatura ambiente, a pezzetti.

Impastare tutti gli ingredienti con le mani, velocemente. Dividere la pasta in due parti e aggiungere 10 gr di cacao a una delle due. Manipolare la palla al cacao fino a che non assume una colorazione uniforme. Mettere le due palle di pasta in frigo, coperte con la pellicola e farle riposare per 30 minuti.

Trascorso questo tempo, confezionate i biscotti usando la fantasia. Potete stendere  semplicemente l'impasto con il mattarello (spesso circa 5 mm) e ritagliare dele forme con gli stampini per biscotti, oppure potete unire un po' di pasta bianca e un po' di scura e ottenere dei sablè marmorizzati, da ritagliare sempre con le formine. I miei preferiti sono quelli a scacchiera, ottenuti stendendo i due impasti separatamente, ma dello stesso spessore, poi si tagliano a strisce di circa un cm, si accostano le strisce alternandole sia in orizzontale che in verticale, per un totale di 2 o 3 strati. Poi si compatta il blocchetto ottenuto premendo da sopra con un mattarello, con delicatezza, e con le mani dai lati, infine si tagliano delle sezioni  di circa mezzo cm con un coltello liscio e molto affilato.

Non resta che cuocere, in forno statico, preriscaldato a 170°, per un massimo di 10 minuti (dipende dallo spessore dei biscotti), io consiglio di tenerli d'occhio, perché non devono diventare scuri.

All'interno di una scatola di metallo, si conservano per una settimana (se ci arrivano). La scatola di metallo è una bellissima idea anche per un eventuale regalo di Natale.




5 commenti:

  1. Sono cosi belli che rincresce mangiarli.....però,però .... se non si mangiano vanno a male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente! Vanno mangiati senza pietà ;-)

      Elimina
  2. Grazie! La ricetta me la segno subito, ma se prendo qualche chilo mi dovrai svelare i segreti dell'orso per restare in forma ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Promesso! Fammi sapere , se li fai, come vengono :-)

      Elimina
  3. Uhm...proprio una buona idea....Natale, tempo di biscotti!

    RispondiElimina