Piatto ricco...

martedì 25 febbraio 2014

Vi lascio concludere la frase e, in barba al dulcis in fundo, vi spiego con un'immagine anche il perché di questo titolo: guardate un po' in che razza di meraviglie abbiamo tuffato le nostre mani avide.

Notate la scritta sul telo!


Queste sono alcune delle matasse tinte a mano dal nostro mago del colore Elbert Espeleta, le altre ce le siamo portate a casa noi che, dopo le fatiche dei rispettivi corsi e dopo un lauto pasto a base di ottimi prodotti locali, pane fatto in casa, insalata di riso e torte di verdura della mia mamma, ci siamo tuffate nello shopping più sfrenato.

A seguire abbiamo assistito alla lezione di Alice Twain, a cui vanno i complimenti sia per i contenuti della conferenza, sia per la capacità di intrattenere con spirito e competenza (e grande capacità polmonare, aggiungerei) un pubblico numeroso e attento per quasi 2 ore.

Alice Twain in azione

Dei corsi non posso dire molto, non ho seguito quello di Natascia Sartini (perché contemporaneo al mio), ma le sue allieve sembravano entusiaste, mi sono divertita a tenere il mio workshop sulle finiture e ho trovato preparate e volenterose le mie corsiste, anche se alla fine eravamo tutte un po' provate perché abbiamo corso e perché le cuciture a punto maglia sono un argomento tosto, ma l'atmosfera era elettrica, piena di ottime sensazioni. C'era anche il sindaco di Piatto che ci scattava fotografie per documentare l'evento!

Devo ammettere che Piatto mi ha stupita: all'arrivo, la vista delle Alpi innevate alle spalle del paese, così vicine e ritagliate sul cielo più azzurro che possiate immaginare, è stata da colpo al cuore e insieme  all'accoglienza calorosa, come sempre, mi ha tolto ogni voglia di torrnare in città. Al di là degli aspetti romantici, la biblioteca che ha ospitato il nostro evento è uno spazio molto bello, grande, organizzato e con una gran vista sulla vallata.

Ringrazio con tutto il cuore chi c'era, le allieve per la loro attenzione e pazienza, il Comune di Piatto che ci ha ospitate, Alice Twain ed Elbert Espeleta che hanno accettato il nostro invito, Dea (attivissima nell'organizzazione), Stefania e la sua mamma (con cui abbiamo viaggiato piacevolmente), mia madre (anche e soprattutto per le torte) e Natascia, grande compagna di avventure maglierecce.


28 commenti:

  1. Mi hanno sempre detto di non accettare caramelle dagli sconosciuti, ma in casi come questo... Ecco.

    Profonda "invidia" e altrettanta stima!

    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi sono anche ipocaloriche... slurp!

      All'invidia ci può essere rimedio, prima o poi, la stima è ampiamente ricambiata : )

      Elimina
  2. A parte il fatto che sto ancora rosicando per il fatto del teletrasporto... ci avrei scommesso la testa sulla riuscita dell'evento! E sono colpita dalla disponibilità del Comune, complimenti a tutti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Comune è stato fantastico, soprattutto per l'entusiasmo con cui ci ha accolte, la giornata incredibile! Grazie per la fiducia : )

      Elimina
  3. Specifico che Annalisa mi sta perculando: sono stata sfiatatissima per tutto il tempo. Mi servono lezioni di dizione, offro maglioni in cambio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna perculazione, sei arrivata o no in fondo senza bombola?

      Elimina
  4. Ragazzi!! Sono contentissima! Ogni volta che si diffonde la magia della lana in tutte le sue accezioni mi si scalda il cuore! Posso solo dire Bravi, bravi e ancora bravi! Sappiate che anche se non sono riuscita a muovermi da Lucca - vi ho seguito nei commenti usciti "caldi" domenica sera e sono stata con voi con il pensiero! ... brindiamo a tanti, tantissimi piatti come questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Donna, detto da te, che di eventi riusciti te ne intendi (e parlo per esperienza personale e multipla!), è un grande complimento. A presto, spero!

      Elimina
  5. Sono esperienza bellissime, che arricchiscono di sicuro anche chi le tiene. Gli argomenti erano interessantissimi, quindi non può essere andato che bene.
    Vi auguro una replica il prima possibile!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tibisay! Ce la auguriamo anche noi, è stato troppo divertente :-)

      Elimina
  6. quando leggo queste cose quasi mi commuovo...devo ammettere che nella zona di Palermo é impensabile avere un appoggio simile per queste attività e anch'io come Ilaria sto mangiando la polvere dei km che ci separano...mi piacerebbe molto partecipare a questi eventi...siete straordinarie: complimenti a tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è difficile solo dalle tue parti, in questi giorni sto pensando di fare qualcosa a Genova, ma credo che mi rivolgerò a un'associazione o a un municipio. Le strutture e le istituzioni di grandi dimensioni non sono particolarmente ricettive per questo genere di attività. Grazie : )

      Elimina
  7. Invidia....semplicemente e pura invidia...! :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ringrazio dell'abbraccio e ricambio ursinamente! : )

      Elimina
  8. Sono davvero molto contenta per voi! E' sempre una gioia leggere di questi eventi, anche se si rimane a casa.
    Brave!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, è vero quello che dici, capita anche a me : )

      Elimina
  9. Peccato non esserci stata, ma "mai dire mai", ci saranno altre occasioni anche per questo orso che si deciderà ad uscire dalla sua tana :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci puoi scommettere Laura, l'incontro fra orsi, prima o poi, dovrà esserci : )

      Elimina
  10. grazie a te! è stata una bellissima giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E speriamo di replicare presto! Intanto noi ci vediamo prima di sicuro : )

      Elimina
  11. MI CI FICCO! sarà banale ma rende…..
    Ciao orsa, forse torno, acciaccata ma molto vispa.
    un bacio, passatela bene questa magnificenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella notizia! Mi fa molto piacere rivederti : )

      Elimina
  12. Bravissimi tutti! Peccato per me non esserci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna, speriamo in un'alta occasione!

      Elimina
  13. Come ho detto a Nata, bisognerebbe studiare una formula itinerante...tarallini, paste e latticini per il rinfresco ci sono, la lochesciòn si trova...mancate solo voi :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tentazione è forte, non mangio taralli decenti da una quindicina d'anni...

      Elimina
  14. mi ci sarei ficcata volentieri...soprattutto leggendo del tuo entusiasmo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entusiasmo condiviso e del tutto giustificato. Ora però, sarà possibile tuffarsi in cotanta meraviglia anche online, perché queste matasse sono acquistabili da un opportunissimo e-shop... prossimamente link e dettagli!

      Elimina