Knitting sul Baltico

lunedì 23 agosto 2010



Per la serie "qual è il posto più strano dove lo avete fatto?" ecco la mia ultima bandierina: una spiaggia sull'isola di Ruegen, in Germania. La situazione è strana, anche perchè non si tratta di una spiaggia per nudisti, ma questo signore si è fatto tranquillamente il bagno senza costume insieme ai giovani nipoti ed è ancora più strana perchè faceva decisamente freddo e io sferruzzavo un pesante calzettone di lana.

18 commenti:

  1. Ecco come si fa a mantenersi giovani!!! Attenzione alle rocce nonnooooo!! ;)

    bentornata!!!

    RispondiElimina
  2. Mi sa che ho appena aggiunto una meta alla mia infinita lista di viaggi da fare e luoghi da vedere...

    La foto mi dava la senzazione di freddo :D
    Tedeschi coraggiosi ^_^!

    RispondiElimina
  3. @ Zucchero e Cannella: hai visto che faccia ho nella foto? Ho pensato la stessa cosa : ))

    @ Try2knit: scondo me è un po' come mettersi nel frigo. Tieni presente che le rocce erano anche taglienti, perchè erano rocce vulcaniche un po' vetrose, che spezzandosi(aiutate anche dalla popolazione che va lì a romperle per cercare delle cose imprigionate al loro interno (???) hanno margini piuttosto taglienti :0

    @ Ambra: se pensi di andare sul Baltico, informati bene, non so se Ruegen sia l'ideale, è molto grande, è prevalentemente coltivata ed è difficile scorgere le coste dalla strada (bisogna parcheggiare, a pagamento e piuttosto salato, per vedere la spiaggia), morale: abbiamo passato la giornata in macchina, anche se le scogliere di gesso sono notevoli... La città di Stralsund (davanti a Ruegen, sul continente) è molto carina e ci sono anche le isole di Usedom e Hiddensee, più piccole e forse più gestibili. Sul Baltico poi si trova l'ambra, quindi ci devi andare per forza ; )

    RispondiElimina
  4. La devo assolutamente far vedere al mio compagno quando scherzando dice che sono lavori da "nonna".....
    Da non credere.
    Silvia

    RispondiElimina
  5. Giusto per riincarare la dose, dai pensieri PrimaDiAndareADormire:
    *Che poi se uno proprio si deve imbattere in un nudista: almeno beccasse un bel figone da rifarsi gli occhi no? No. Il nonno. Uff!!*

    RispondiElimina
  6. @ Silvia: fare il bagno nudi o fare la maglia? ; )

    @ try2knit: già...

    RispondiElimina
  7. Ossignur...incredibile! Comunque sono d'accordo con Ciami, anche se knittare con un bel figone nelle vicinanze non deve essere tanto facile...giusto un diritto e rovescio per lasciarsi distrarre senza far danni :)

    RispondiElimina
  8. Incredibile e anche divertente :)

    RispondiElimina
  9. ah, ah, ah! Questa e' proprio bella! Un ottimo viaggio, mi pare... Altre avventure?

    RispondiElimina
  10. @ Tzugumi: io ci sono abituata, col marito che mi ritrovo ; )

    @ ariarossa: è abbastanza surreale, vero? ciao : )

    @ gis: è stato un viaggio difficile e pieno di avventure (e disavventure), appena metto le cose a fuoco posto qualche altro episodio. Grazie della vista : )

    RispondiElimina
  11. ihih anche queste sono esperienze...ma con quel freddo come faceva?meglio fare la calzetta ;)

    RispondiElimina
  12. Adoro questo vivere con naturalezza la nudita`! E bravo il nonno...Io sarei morta di crampi allo stomaco...Altro che calze, la pancera mi ci vuole!

    RispondiElimina
  13. @ Lilly: a me piace molto fare il bagno nell'acqua fredda e ho un po' invidiato il signore che sguazzava tranquillo, ma per me la calza era l'ideale in quel momento!

    @ paola: é una delle poche cose che invidio ai tedeschi, insieme alle piste ciclabili e al maggiore senso civico... poi ci sono gli aspetti negativi, ma questa è un'altra storia.

    RispondiElimina
  14. A chi lo dici, io ci vivo insieme....

    PS: forse a Natale capito in quel di Genova

    Paola aka mmamma

    RispondiElimina
  15. Se vieni, fammelo sapere. Mi piacerebbe incontrarti, se i tuoi impegni te lo permetteranno!

    RispondiElimina
  16. bella ruegen... accidenti vorrei tornarci!

    RispondiElimina
  17. @ LaPerLaa: Avrei dovuto starci di più, in un paio di giorni non sono neanche riuscita a capire com'era fatta, ma posso dire che le spiagge sotto le scogliere di gesso sono bellissime.

    RispondiElimina